Contrariamente alla comune connotazione negativa di ambiguità come forma di vaghezza, do all’ambiguità un’interpretazione positiva, intesa come pluralità di significati, ovvero
la possibilità di conferire ad un oggetto od ad
un design la possibilità di essere letto in modi diversi, ciascuno complementare all’altro, in modo da arricchire il soggetto e dare maggiore profondità di interpretazione. Usiamo spesso questa alternativa per aumentare l’espressione
di un design e ne valorizziamo il risultato
finale. Comunque bisogna essere cauti nel giocare con l’ambiguità perché, se non ben misurata, può rimbalzare con risultati spiacevoli. Una contraddizione può, a volte, rinforzare l’ambiguità, ma il più delle volte può essere un segnale di mancanza di controllo e continuità.

Contraddizione e ambiguità possono arricchire
il sapore di un progetto ma possono anche soffocarne il risultato finale. Quindi si raccomanda di usare queste spezie con grande cautela.

Massimo Vignelli

Lascia un commento